MULTIMEDIA

Acusmonium AUDIOR - VIDEOCLIP

Breve video di presentazione dell'acusmonium AUDIOR, ripreso nel 2015 all'interno della Centralina Elettrica 'Guido Davide Orlandi' situata nel Parco del Ticino e Lago Maggiore (Località: Galliate).

Riprese e Regia: Graziano Genoni    Musica: Dante Tanzi

Luigi Nono

Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz [1966] 11:13

Interprete all'acusmonium: Fabrizio Savio

Questa esecuzione ha avuto luogo nel concerto conclusivo interno alla Masterclass AUDIOR tenuta da Dante Tanzi ed Eraldo Bocca tra il 14 e il 16 maggio 2014 presso il Conservatorio "G. Verdi" di Como.

Vedi anche:  AudiovisualComolab:

www.youtube.com/user/AudiovisualComolab

Philippe Leguérinel: Enlightenment [2012] (estratto) Sala Ottocentesca del Castello Sforzesco di Galliate -  2 giugno 2014.

Interprete all'acusmonium: Dante  Tanzi                                      Visual design: collettivo ticon3

"Enlightenment" vuol essere una riflessione sul Secolo dei Lumi: le scoperte, l'esplorazione di nuovi territori e la sete di conoscenze scientifiche; lo stupore dinanzi ai fenomeni elettrici e magnetici, la fede nel progresso, lo studio e il sapere enciclopedico.

Vedi anche: Philippe Leguérinel / Soundcloud:
https://soundcloud.com/philippeleguerinel

Alexandre Yterce

Commencements Rythmés Aux Causes Des Airs [1999] 10:00   Interprete all'acusmonium: Dante Tanzi

Da un punto di vista musicale, la tessitura di queste composizioni acusmatiche mi è stata suggerita dai frammenti dei presocratici (VII e V sec. A.C.). 'Tutta l'aria è piena di anime, di soffi di vita' (Anonimo Pitagorico). L'aria, qui, non rappresenta la materia concreta che soffia attorno alla terra. E' il simbolo stesso degli incanti nascosti, delle voci trattenute, delle invocazioni rituali, poiché, in questa visione antropomorfica degli elementi, la voce dei demoni, la voce e i canti degli antenati sono come una inesauribile riserva, ove si ripercuote la paura soffocante di ciò che si accumula nello struggimento delle nostre esistenze represse (Alexandre Yterce).  Questa esecuzione ha avuto luogo nel concerto conclusivo interno alla Masterclass AUDIOR tenuta da Dante Tanzi ed Eraldo Bocca il 29 e 30 aprile 2015 presso il Conservatorio "G. Verdi" di Como.   
Vedi anche: Alexandre Yterce www.electrocd.com/fr/bio/yterce_al/oeuvres/

C R E P E   F R A   L E   O S S A  di e con  Marcella Fanzaga  
Musica: Dante Tanzi

MI-JAPAN FOR JAPAN 2011   21 MAGGIO 2011 (elettronica live) MILANO TEATRO ALLE COLONNE 8 ottobre 2011 (elettronica live) MILANOI T   FESTIVAL 25 maggio 2013 - FABBRICA DEL VAPORE MILANO     FESTIVAL 5 GIORNATE 18 MARZO 2014 CINEMA APOLLO FOYER - MILANO ** FESTIVAL DEI COMPORTAMENTI 10 MAGGIO 2015 BIBLIOTECA LODI ** FESTIVAL PIU' CHE DANZA! 5 NOVEMBRE 2015 CRT - MILANO **

* Regia: collettivo ticon3  Montaggio: Diana Danelli, Elena Parati  Riprese video: Diana Danelli, Elena Parati, Marisol Serago  Riprese fotografiche: Nora Ciottoli.

** Visual Design: ticon3   

La danza butoh è provocazione assoluta, totale abbattimento del sistema sociale. Il Butoh è nato dall'orrore e dal dolore scaturiti dal disastro atomico. La paura, lo sgomento, la rabbia dell'impotenza: questo è quello che vogliono comunicare i ballerini usando l'intero loro corpo come medium comunicativo. Il lavoro di Marcella Fanzaga è profondamente influenzato dalla ricerca sui paesaggi interiori della danza Butoh, in tensione dialettica con la danza contemporanea occidentale di ricerca. Due anime interconnesse e complementari nel declinarsi del percorso artistico della danz'autrice.                                                                          Vedi anche: Marcella Fanzaga: http://marcellafanzaga.blogspot.com  e collettivo ticon3:  https://www.flickr.com/people/ticon3

Système S [2013] 62:00 (estratto)Conception, coordination et direction artistique: Alcôme(https://alcome.fr/)

Système S est un système solaire sonore pouvant être présenté sous 2 formes : une pièce de concert d'une heure et une installation sonore. Après la constitution d'une banque de sons commune, chaque compositeur a pris en charge la composition d'une planète suivant un cahier des charges précis. Élisabeth Angot - Éris (2 min 53) Joan Bagés Rubí - Uranus (5 min 01) Armando Balice - Saturne (8 min 01) Éric Broitmann - Le Soleil (11 min) Théo Boulenger - Makemake (2 min 51) Daniel Cabanzo - Pluton (2 min 53) Florent Colautti - Jupiter (9 min) Livia Giovaninetti - La Terre (3 min 21) Pierre-Axel Izérable - Mars (3 min 05)  Phillippe Leguérinel - Neptune (4 min 54) Lautaro Martín Vieyra - Cérès (2 min 50) Paul Ramage - Vénus (3 min 19) Aristide Saint-Jean - Hauméa (2 min 53) Virginie Viel - Mercure (3 min). 

Visual design: ticon3    https://www.flickr.com/people/ticon3

Luigi Nono

Musiche per Manzù [1969] 17:20   Interprete all'acusmonium: Sergio Missaglia

Questa esecuzione ha avuto luogo nel concerto conclusivo interno alla Masterclass AUDIOR tenuta da Dante Tanzi ed Eraldo Bocca tra il 14 e il 16 maggio 2014 presso il Conservatorio "G. Verdi" di Como.

Vedi anche: AudiovisualComolab:

www.youtube.com/user/AudiovisualComolab

Tomonari Higaki

"Arbre de silence" [2003] 11:47

Voce: Elise Caron        Danza: Marcella Fanzaga

Dedicato a Toru Takemitsu. Testi e frammenti di Yukihiko Goto, Shuntaro Tanikawa, Jiddu Krishnamurti e Tomonari Higaki.

Interprete all'acusmonium: Dante Tanzi                                    Visual design: collettivo ticon3

"Arbre de silence" è il monologo di una donna in cerca del frutto il cui seme è il silenzio. Il testo evoca le parole, le conversazioni e le storie di coloro che il silenzio ha perseguitato. Un personaggio, in cerca di una pianta che non può essere né vista né udita, si allontana dagli altri e mormora un incantesimo sulla scala di quattro note di Air, brano postumo per flauto di Toru Takemitsu, e poi continua il suo viaggio. Vedi anche: Tomonari Higaki www.musicircus.net
http://marcellafanzaga.blogspot.com (Marcella Fanzaga)

https://www.flickr.com/people/ticon3 (collettivo ticon3)

VOX H [2016] 6:05


(Video diffuso con acusmonium AUDIOR nell'ambito della Rassegna 'VOX Humana', Videoacusma, Chiesa di San Cristoforo in Lodi, 19 giugno 2016)

Vox H sposta la riflessione sulla contemporaneità e sulla inadeguatezza in occidente nell'affrontare i grandi flussi migratori. Ci sono riferimenti ai migranti di Calais con le bocche cucite e alla tratta balcanica; e poi agli scontri al Brennero contro la chiusura del valico. La Venere, che rappresenta la cultura classica e dunque l'occidente, indossa un giubbino salvagente. La speranza è che l'Europa non imploda, come negli anni trenta avvenne con il più grande aeromobile mai costruito, lo Zepellin, che esplose nel momento dell'attracco.

https://vimeo.com/204778268

Video di Diana Danelli  (Musica: Dante Tanzi).